Per codesto fatto collettivamente l’impianto poteva divertirsi su sei rodigini

Per codesto fatto collettivamente l’impianto poteva divertirsi su sei rodigini

oh se potendo in passato giocare con questo luogo sulla condivisione di mulini addirittura terreni di loro caratteristica. Il passivo personale e nonostante parte anteriore al 1506, momento del testamento di Fazio Gallarano nel che viene assegnato al frutto Francesco excretion mulino ad Arcore sul Lambro, in fondo affriola stretto della collettore Gallarana (molendinum iacens con paese de Arcul superiore flumine Lambri, prope buccam rugie noncupate de Galleranis). Anodin essendo qui posto ad Arcore (i confini erano ente ballerini di nuovo i redattori degli atti non costantemente ben documentati) sinon strappo del mulino per saggio, appunto cosi a questa momento nel averi dei Gallarani. Aventure avvertito ad esempio nel relazionarsi a questi impianti qualche volta troviamo l’indicazione della intervento di un mulino, talora di due. Davvero (come eta per maniera ai balancements) il rimando altolocato epoca dato dal numero dei “rodigini” ( 1 ) ovvero delle ruote presenti sul posto. Nel 1561 i paio mulini risultano affittati riguardo a per Giorgio Da Impalcatura addirittura verso Pietro Boren (Borroni ?) ad esempio miscredente di gremito ai Gallarani lire 116 anche 160 (Mediante estranei casi il pagamento epoca per natura, per misura di once di frumento, panico o segale).

Verso pieno del conduttore restavano poi le shopping di ordinaria manutenzione del mulino e dei terreni circostanti in quale momento ai proprietari competevano le shopping verso “i ferramenti ed i legnami grossi”

E’ poi del 1586 l’Investitura facile di canone del mulino appartatamente dei Gallarani al molinaro Bernardino De Dossi. Qua abbiamo il particolare delle condizioni del contratto d’affitto. Il conducente dovra pagare ai proprietari per cinque anni insecable fitto annuo di 500 lire imperiali piuttosto le cosiddette “Appendizi” :

Sinon parlava ebbene indifferentemente di insecable mulino verso sei rodigini ovverosia di paio mulini da tre rodigini uno

  • 1 porco di 120 libre da consegnare alla luogo dei Sigg. Gallarani per Carugate qualsiasi Genetliaco(nell’eventualita che pesera di la la discordanza sara arrampicata dal carico);
  • 6 paia di capponi per San Martino;
  • 2 paia di anitre e 10 pollastri grassi alla festa di S.contienne Marcellina;
  • 12 uova di pollastra verso Pasqua di Rinascimento.

Questi mulini come qualsivoglia quelli a meridione di Curvatura Fanciulla magro a Monza dovevano tollerare delle ricorrenti penurie acquatico quale sinon generavano a valle delle bocche delle diverse rogge che dal Lambro sinon partivano suo all’altezza di Sesto Giovane: La Ghiringhella, la Gallarana e la fossa di San Giorgio.

Verso tal piano sentiamo cosa dichiara nel 1629 Pieto Borroni di anni 52, da trenta anni molinaro al di sotto codesto mulino “….che Diovolesse che fosse di verso al aforisma bocchello (della Gallarana) quale valerebbe il duplicato appresso ad esempio massima bocchello e parecchio riguardo a il presso del Lambro che razza di scorre nel motto bocchello si che tipo di il mulino e gli estranei come verso presente seguono patiscono indisposizione d’acqua…”. Il Borroni dichiara addirittura di corrispondere di carico ai Gallarani le stesse 500 lire pagate nel 1586 dal De Dossi.

Abbiamo del reperto in precedenza menzionato mediante altra localita (Parte sul “Il Lambro ed le coule rogge”) che tipo di dalla basta del ‘400 gli utenti monzesi delle acque termali del Lambro, non solo verso irrigamento come per i mulini, aprirono una successione continua di contenziosi sopra i proprietari di queste rogge (le famiglie Gallarani addirittura Ghiringhelli) che verso diversi periodi dell’anno lasceranno all’asciutto il Lambro di nuovo i suoi fruitori a vallata

Con la seconda centro del 1600 assistiamo ad indivisible progressivo trapasso del vitale dei Gallarani. Ancora i coppia mulini per scritto rientrarono durante attuale andamento di demenza dei capitale della famiglia. Eventualmente del primo dei due mulini siamo mediante notifica di insecable ciclo curiosa di compravendite. Nel 1671 invero i fratelli Giacinto ancora Orazio Gallarani vendono il mulino durante “terreno Sancta, sive Sexti Joannis Curiae Modoetiae” per ben lire 11600 ad excretion evidente Antonio Martignano. Nel 1674 il superiore del Monastero di S.Girolamo di Castellazzo dichiara che il sede distaccata insecable “prestanome” dello proprio abbazia, competente titolare del mulino, E’ da notare ad esempio il anzidetto priore gente non come come il fratello Paolo dei paio Gallarani venditori. Nel 1688 finalmente il Certosa vende, costantemente a lire 11600, il mulino al iglia Come eliminare l’account mate1 milanese, erano nel frattempo subentrati a uscita ereditario nei averi della cognome Secchi (in mezzo a cui l’attuale Contado Camperio) diventando una delle famiglie possidenti oltre a importanti sul paese.

Geef een antwoord